Leggi sulla vendita di abiti fatti a mano

Alcuni artigiani e proprietari di piccole imprese potrebbero essere sorpresi nell'apprendere che l'abbigliamento fatto a mano è soggetto alle stesse leggi dei beni prodotti dalle grandi società. La Federal Trade Commission applica linee guida rigorose che hanno lo scopo di proteggere i consumatori che acquistano i capi e consentire loro di prendere decisioni informate prima dell'acquisto. Inoltre, altre agenzie sono coinvolte nella protezione dei bambini dagli infortuni e nel garantire condizioni di lavoro eque per i dipendenti che producono indumenti a casa.

Etichette per la cura degli indumenti

A meno che l'indumento non sia soggetto a esenzione, è necessario allegare un'etichetta permanente che indichi al consumatore come pulire o lavare l'indumento. Se l'articolo può essere lavato, l'etichetta deve indicare se il capo deve essere lavato a mano o può essere lavato in lavatrice. L'etichetta dovrebbe includere la temperatura di lavaggio appropriata se l'acqua calda potrebbe essere dannosa per l'indumento, se può essere utilizzata la candeggina e come l'indumento deve essere asciugato. sì

il nostro cartellino dovrebbe includere anche le istruzioni per la stiratura ed eventuali avvertenze, come "Lavare solo con colori simili" se il capo potrebbe sbiadire. Per gli articoli che non possono essere lavati, l'etichetta può semplicemente indicare "Solo lavaggio a secco", se tutti i solventi e i metodi possono essere utilizzati senza danneggiare l'indumento. In caso contrario, l'etichetta deve includere il metodo o il solvente da evitare, ad esempio "Solo lavaggio a secco, senza vapore" o "Solo lavaggio a secco, solo solventi petroliferi".

Articoli esenti dalle leggi sull'etichetta di cura

Non è necessario applicare etichette di cura su cappelli, guanti o scarpe. La FTC non considera bretelle, fazzoletti, cravatte e cinture come indumenti, quindi la legge non richiede etichette di cura per questi articoli. Gli indumenti che sono completamente reversibili e non contengono tasche possono avere un'etichetta di cura temporanea attaccata in modo evidente nel punto vendita piuttosto che un'etichetta permanente.

Se il consumatore può lavare, pulire, candeggiare, stirare e asciugare l'indumento con i metodi più severi, un'etichetta temporanea indicante "Lavare o lavare a secco, qualsiasi metodo normale" è un sostituto accettabile per un'etichetta permanente. Se il consumatore ti fornisce il materiale per realizzare un capo personalizzato, non è necessario allegare un cartellino.

Leggi sull'etichetta dei contenuti

L'apposizione di un'etichetta indicante il contenuto è facoltativa per cinture, bracciali, bretelle, cravatte a clip o annodate in modo permanente, lacci delle scarpe e fasce antisudore. Le scarpe sono esenti e i cappelli non necessitano di un'etichetta di contenuto a meno che non contengano lana. L'etichetta del contenuto deve indicare il paese di origine del tessuto e il paese in cui è stato assemblato il capo. Se il rivestimento è inferiore al 15 percento della superficie dell'indumento, non è necessario identificare il contenuto di fibre del rivestimento.

Invece, potresti semplicemente mostrare che il contenuto di fibre dell'indumento non include il rivestimento, come un'etichetta che afferma "100% seta, escluso il rivestimento". L'etichetta deve includere il nome della società o il numero di identificazione registrato, disponibile presso la FTC. I tag non devono essere applicati in modo permanente, ma devono essere apposti in modo sicuro fino alla rimozione da parte del consumatore.

Regole aggiuntive per l'abbigliamento per bambini

Se produci e vendi abbigliamento per bambini, sei soggetto al Consumer Product Safety Improvement Act. L'obiettivo principale dell'atto è limitare il piombo e gli ftalati nei prodotti destinati all'uso da parte di bambini di età inferiore ai 12 anni. La maggior parte dei nuovi tessuti sono esenti dai requisiti di test e certificazione.

Tuttavia, bottoni, tiretti delle cerniere o altri rivestimenti potrebbero richiedere test o certificazioni. Inoltre, gli indumenti realizzati per bambini sotto i 3 anni dovranno essere valutati per potenziali rischi di soffocamento, come bottoni piccoli, strass o paillettes.

Leggi sul lavoro dei dipendenti

Il Fair Labor Standards Act ha stabilito severe limitazioni per i dipendenti che producono indumenti a casa. L'abbigliamento, i guanti o le muffole da donna, le fibbie e le cinture, i fazzoletti, i capispalla lavorati a maglia e i gioielli non possono essere prodotti in casa senza la certificazione del Dipartimento del Lavoro. Anche i dipendenti che forniscono lavori di ricamo devono ricevere la certificazione.

Sebbene in alcuni casi il datore di lavoro possa essere certificato, nella maggior parte dei casi il dipendente deve ricevere una certificazione individuale. Indipendentemente dal fatto che tu paghi il dipendente a cottimo o all'ora, non puoi pagare meno del salario minimo applicabile. Anche i dipendenti sono coperti dalle leggi sugli straordinari.

messaggi recenti